I Quadri Dipinti a Mano

dipinti a mano

Osservare quadri dipinti a mano è una splendida emozione per chi ama la pittura e si inebria di quel meraviglioso spettacolo che è l’arte pittorica. Il dipinto non è solo la rappresentazione di uno scorcio di realtà ma è il modo per calarsi nel sacro fuoco dell’arte, per godere di quella luce divina che solo un grande capolavoro sa emanare. La pittura italiana dell’800 e del ‘900 si è nutrita delle suggestioni e delle atmosfere che si andavano delineando a livello internazionale. I macchiaioli, i futuristi, gli astrattisti, la pittura metafisica sono movimenti pittorici di grande fascino e spessore che annoverano tra gli esponenti di spicco molti italiani, le cui radici sono da rintracciare in un humus culturale che investiva e caratterizzava tutta l’Europa.

I quadri dipinti a mano: i macchiaioli
Firenze alla fine dell’Ottocento è una città culturalmente viva. Una città ricca d’arte, nei cui salotti pullulano i circoli letterari ed artistici. è al Caffè Michelangelo che un gruppo di pittori fonda il movimento dei Macchiaioli con l’intento di opporsi all’estetica romantica e classicistica e rivoluzionare la pittura. La realtà deve essere rappresentata attraverso macchie di colore e contrasti accesi tra toni chiari e scuri: da questo deriva anche il nome del movimento. Molti gli artisti che ne prendono parte: Cecioni, Borrani, Senesi, Vincenzo Cabianca e Domenico Caliga. è in questo periodo che in letteratura si diffonde il verismo.

La pittura metafisica
Un altro movimento pittorico segnerà la storia dell’arte italiana all’inizio del Novecento: la pittura metafisica. Non semplici quadri dipinti a mano ma vere e proprie opere d’arte quelle di Giorgio  De Chirico, Carlo Carrà, Giorgio Morandi ed Alberto Savinio. La pittura metafisica si propone di rappresentare la realtà non come ci appare attraverso la percezione sensibile ma andando oltre. Il quadro piò rappresentativo è Enigma di un pomeriggio d’autunno che è la riproduzione di un’esperienza realmente vissuta da De Chirico in Piazza Santa Croce a Firenze. La sua fu pittura subito molto apprezzata da Guillaume Apollinaire che ne intravide immediatamente la portata rivoluzionaria. La parola metafisica si riferisce all’atmosfera surreale quasi inconscia che domina questi dipinti che riproducono una dimensione quasi di sogno che va al di là di ciò che la realtà ci appare tramite la percezione sensibile.

Il movimento astrattista
I quadri dipinti a mano degli astrattisti si rivelano rivoluzionari e sconvolgenti. L’astrattismo nasce agli inizi del ventesimo secolo e si sviluppa anche in Italia. I pittori astrattisti dipingono non la realtà in maniera “oggettiva” ma riproducono sulla tela l’esperienza e le sensazioni che ricavano dalla percezione della realtà. Il movimento si nutre dell’idea di esaltare i sentimenti del pittore attraverso la miscelazione dei colori e la rappresentazione di linee, punti, forme geometriche. L’effetto che ne deriva è sconvolgente. L’arte viene considerata come l’incontro tra empatia (avvicinamento al mondo) ed astrattismo (fuga dalla realtà). In Italia il movimento annovera tra i maggiori esponenti: Lucio Fontana, Luigi Veronesi, Mario Radice e Mauro Lombardi.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio