Umberto Lilloni

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Umberto Lilloni.
Per maggiori informazioni clicca qui

lilloni_umberto-dipintoLilloni Umberto nacque a Milano nel 1898. Nei primi anni della sua formazione frequentò la scuola professionale per artigiani, l’Umanitaria per poi lasciarla e iniziare la sua carriera di artista iniziando a frequentare l’Accademia di Belle Arti. Ciò gli diede la possibilità di conoscere personalità emergenti come Bignami e Rapetti che lo inizializzarono verso uno stile artistico innovativo e all’avanguardia.

Partecipò alla prima guerra mondiale, di cui fu interventista convinto che lo allontanassero dalla mondo della pittura per entrare in quello cruento e spietato della guerra. Ultimati gli anni da soldato, ultimò gli studi superiori e nel 1920 si iscrisse al primo corso dell’Accademia di Brera. Grazie alla realizzazione di un nudo femminile riuscì vincere il primo premio alle Olimpiadi universitarie di Roma.

Nelle sue prime opere Lilloni manifesta uno spiccato interesse per la figura umana, specialmente per quella femminile, della quale cerca l’individuazione psicologica mediante la concentrazione sui tratti fisionomici come si nota in Mariuccia, inteso ritratto di donna la cui musa divenne ben presto sua moglie.

Egli divenne ben presto esponente di quello stile pittorico in cui il ritratto romantico e la tradizione verista lombarda in cui la realtà e le sue mille sfaccettature erano la fonte di ispirazione primaria così come si nota nel quadro Ragazza medolese e Contadinella melopee.

Negli anni la sua pittura assunse un aspetto nettamente più simbolico che gli permise di poter valutare in maniera più introspettiva la figura umana. Partecipò alla biennale di Venezia nella quale presentò la Ragazza Bionda e Bruna. Grande fonte di ispirazione fu il periodo fra le due guerre e fu il periodo del suo massimo riconoscimento a livello nazionale.

Molte furono le mostre cui prese parte e diverse furono le mostre personali che organizzo per mostrare le sue oltre cento opere. Nel 1973 decise di vivere in Svizzera che uso come punto di partenza per esplorare l’Europa alla ricerca d’ispirazione pittorica. Morì a Milano nel 1980.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e
iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio