Toma Gioacchino

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Toma Gioacchino.
Per maggiori informazioni clicca qui

toma_gioacchino-dipintoToma Gioacchino fu un pittore italiano che passò alla storia per esser stato uno degli artisti più malinconici ma talentuosi dell’ottocento. Detto anche il “pittore del grigio” fa emergere la malinconia in tutte le sue opere, compresa la prima ed unica opera letteraria che scrisse “Ricordi di un orfano”.

Toma Gioacchino nacque a Galatina nel 1836 trascorrendo un’infanzia mesta, senza attenzioni né affetti quasi dickensiana. Avendone l’occasione decise di raggiungere Napoli dove poté frequentare il Reale Istituto di Belle Arti  dove apprese apprese gran parte della tecnica dal pittore Domenico Morelli.

Nel 1853 espose in una mostra il dipinto “Erminia del Tasso” ma la carriera artistica venne  interrotta drasticamente a causa di un arresto, in conseguenza al coinvolgimento nei moti di indipendenza anti-borbonica per cui, nel 1860, si ritrovò a combattere al fianco di Garibaldi.

Dopo un periodo di confinamento a Caserta, Toma Gioacchino tornò a Napoli (1861) dove si dedicò alle nature morte e riuscì ad ottenere una buona commissione realizzando il quadro “Emilia tra i pastori” che fu acquistato dalla casa reale. Dal 1867 in poi la sua fama d’artista crebbe, anche grazie all’opera “Un esame rigoroso al Sant’Uffizio” che fu esposto a Parigi anni dopo.

Ancora un nuovo successo con “Luisa Sanfelice in carcere” e, sempre a Napoli, il Toma lavorò come ornamentista. Inizialmente, come sopra detto, il Toma si dedica alle nature morte per poi passare a soggetti che ritraggono l’infanzia per poi passare agli ideali politici ed infine ai paesaggi marini ed ai ritratti.

Il genio artistico del Toma sta nella straordinaria realizzazione di opere veriste, capaci di mostrare l’animo umano velandolo di una tiepida luce soffusa che infonde tranquillità e malinconia ai suoi quadri.

Nel 1878 lavorò come professore di disegno all’Accademia di Napoli dove morì nel 1891.

Fra le altre opere di Gioacchino Toma ricordiamo: Un torturato dall’inquisizione, Messa in casa, L’onomastico della maestra, La confessione del prete, La ruota dei trovatelli, Il bacio della nonna, Il denaro di San Pietro, Le due madri, Convalescenza, La lettura in convento, Viatico dell’orfana, Crocifissione tra le anime purganti e I figli del popolo.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e
iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio