Arnoldo Soldini

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Arnoldo Soldini.
Per maggiori informazioni clicca qui

soldini_arnaldo-dipintoSoldini Arnoldo (Brescia, 17 novembre 1862 – 18 novembre 1936) nasce da Giovanni, impiegato che si arrabatta per sostenere con dignità la famiglia e da Santa Trenchi, è il terzo di sette fratelli. Studia e si diploma in ragioneria prima di cominciare gli studi di pittura.  Interprete del vero, ha poco più di venti anni quando esegue ed espone le sue prime opere.

Arnoldo Soldini, più di altri pittori suoi concittadini ha avuto sua collocazione nella storia dell’arte pittorica bresciana. A Brescia frequentò i corsi di L. Campini e incoraggiato da L. Lombardi si dedicò allo studio del paesaggio e partecipò alle prime mostre bresciane dove compaiono Pioggia in montagna, Capodiponte, Vespro in Valle Camonica (1886).

Aveva una predilezione particolare per le vedute montane,  (Nella Val Trompia, 1887, Brescia, Museo Civico;   Trieste, Museo Revoltella), fu spesso presente dal 1887 alle biennali di Venezia e dal 1888 alla Permanente di Milano, nel 1899 alla biennale di Venezia espose “Paesaggio alpestre. In questo periodo le sue opere sono molto considerate, affiancate a quelle di grandi come Venturi, Filippini, Bertolotti ecc, tanto che diventa difficile seguire le presenze del pittore alle mostre bresciane e di fuori.

I dipinti si susseguono, Una tempesta, Inverno in Valcamonica, Neve e acqua, realizzati intorno al 1910, e nello stesso anno fu eletto Socio dell’Ateneo civico. I suoi dipinti, rappresentano una bella parte della produzione nel primo decennio del Novecento. Nel 1911, dipingeVette alpine” e raggiunge l’apice della notorietà, nel 1914 viene nominato membro della Commissione igienico edilizia, e fa parte più volte della Giuria incaricata di assegnare i Premi Magnocavallo.

Il Soldini fu molto apprezzato anche da collezionisti, Piazzetta del villaggio, nel 1896 fu venduta per cinquecento lire, Case in montagna nel 1903 a trecento, Inverno fu acquistato dal Duca di Genova, questo perché le sue opere trasmettevano, la  sincerità e il sentimento, del paesaggio siano che essi erano lieti o malinconici.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e
iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio