Ruoppolo Giuseppe

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Ruoppolo Giuseppe.
Per maggiori informazioni clicca qui

ruoppolo_giuseppe-quadroGiovan Battista Ruoppolo, nasce a Napoli nel 1629, dove consegue gli studi di pittura, come allievo di Paolo Porpora, che lo forgia e lo forma come un artista di nature morte, insieme ad altri artisti contemporanei, come l’eclettico Salvator Rosa.

Sempre a Napoli,  si distingue come un pittore italiano, grande attivista nel napoletano,  noto  come una delle più problematiche figure della pittura napoletana barocca del tardo seicento, in special modo nel campo delle nature morte.

Ruoppolo era un artista, che nel dipingere le nature morte, aveva uno stile improntato alle tonalità scure degli sfondi e paragonabile per il genere di diversi dipinti all’artista Caravaggio. Nella città di Napoli si conservano diverse nature morte dell’artista nel Museo di San Martino, e nella cittadina di Sorrento, nel  Museo Correale di Terranova.

Bisogna tener presente che le sue opere sono di altissima qualità, ma la mancanza di date precise e di notizie certe sulle sue opere, hanno reso agli esperti una ricostruzione complessa del suo profilo, e a complicare di più le cose è stata l’omonimia delle sue iniziali con l’artista Giuseppe Recco, peraltro in età giovanile la sua attività artistica è molto legata all’inizio della sua produzione.

All’inizio della sua carriera artistica ebbe molti artisti di riferimento, uno di questi fu lo zio Giovanni Battista, quasi suo coetaneo, che gli infonderà l’interesse verso i modelli barocchi, poi ci furono Luca Forte e Giovanni Battista Recco. Il suo stile di pittura, il suo modo di dipingere è per certi versi paragonabile in alcuni dipinti allo stile del Caravaggio.

I frutti come l’uva, i melograni, i fichi e una succosa anguria spaccata, gli ortaggi autunnali, riflettono  una casualità solo apparente e uno molto attento della natura. Una sua discepola anche se contemporanea, fu la pittrice Giovanna Garzoni altra esponente del genere, forse sua discepola a Roma. Molte delle sue nature morte si trovano presso il Museo Correale di Terranova a Sorrento e altre presso il Museo di San Martino a Napoli.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e
iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio