Giovanni Giacometti

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Giovanni Giacometti.
Per maggiori informazioni clicca qui

giacometti_giovanni-dipintoNato a Borgonovo di Stampa il 7 marzo 1868, Giovanni Giacometti fu uno degli esponenti della pittura italo-svizzera dei suoi tempi, con una grande capacità di rinnovazione stilistica e mediazione culturale e pittorica, anche se il suo talento fu spesso ostacolato da problemi economici che non gli permisero immediatamente di spiccare il volo come pittore.

Cugino di un altro artista del tempo, Augusto Giacometti, il giovane era figlio di un panettiere, Alberto , e di Caterina Ottilia Santi: nonostante la famiglia di origine non fosse particolarmente ricca, dato il suo talento, Giacometti ebbe modo di studiare prima a Coira, e dopo qualche anno nella grande Monaco.

Tuttavia, sebbene nei primi anni della sua gioventù l’artista abbia avuto la possibilità di frequentare diverse scuole private, il successo tardò ad arrivare: infatti, non riuscì ad entrare in Accademia, se non nel 1888 quando, trasferitosi a Parigi con Cuno Amiet (che divenne un suo amico), finalmente fu ammesso nell’Accademia Julian dove studiò fino al 1893, anno in cui fece un breve viaggio in Italia, dove conobbe Giovanni Segantini, con cui ebbe da subito un rapporto di amicizia.

Costretto a ritornare a Borgonovo, luogo in cui era nato, Giacometti fu ostacolato da problemi economici che non gli permisero di coltivare appieno la sua passione ed il suo talento.

Il talento stilistico del Giacometti è innegabile, ma non venne riconosciuto immediatamente: fu la sua insegnante a riconoscere la sua bravura soprattutto nel disegno, ed a spingerlo ad intraprendere la carriera del pittore, ma i primi studi non sortirono gli effetti sperati.

L’anno del successo (e della svolta) fu il 1898, quando Giovanni Giacometti espose le sue opere ed i suoi dipinti in molte città europee, prima fra tutte Zurigo: dopo quell’anno, divenne membro della Commissione Federale delle Belle Arti, raggiungendo finalmente la notorietà ed il successo tanto sperato.

Sposatosi nel 1900, ebbe quattro figli, ma la sua carriera artistica si emancipò a partire dal 1912, quando il pittore allestì una mostra a Dresda; seguirono altre mostre internazionali di notevole successo, fino al 1933, anno in cui, a Glion, il pittore si spense all’età di 65 anni.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e
iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio