Giovanni Battista Salvi

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Giovanni Battista Salvi.
Per maggiori informazioni clicca qui

sassoferrato_giovanni_battista_salvi-quadroGiovanni Battista Salvi detto “il Sassoferrato” fu un pittore italiano molto noto per lo stile barocco delle sue opere.

Nacque a Sassoferrato, da qui il soprannome, nel 1609. Il suo apprendistato e dunque la sua formazione avvennero nella bottega del padre Tarquinio Salvi per poi passare sotto la guida del Domenichino, presso la sua bottega, e altri vari maestri fra cui Francesco Albanie e Guido Reni mentre gli ispiratori delle sue opere furono soprattutto Albrecht Dürer, Guercino e Raffaello.

Fra le date più importanti della vita di Salvi, ricordiamo il 1630 in cui il pittore si trovò a dipingere nel convento benedettino di San Pietro, a Perugia; il matrimonio a Roma nel 1648 ed il trasferimento a San Salvatore ai Monti, quindi l’anno successivo la nascita del figlio. Infine morì a Roma nel 1685.

Si suppone, poiché non sono state rinvenute molte notizie biografiche, che Salvi trascorse gran parte della sua vita e svolse la sua carriera artistica nel luogo di nascita. Inizialmente poco considerato specie perché non cercò mai di ottenere importanti committenze, l’artista divenne noto soprattutto nel XIX secolo e lavorò molto spesso ad immagini devozionali per committenti privati.

A portarlo in auge fu il suo stile classico, decisamente raffaellesco, con un tocco delicato ed una sapiente maestria nell’uso della luce e del colore ma anche la sua versatilità nel realizzare sia dipinti di piccolo formato, che pale d’altare che quadri di enormi dimensioni sempre con soggetti sacri, raramente con soggetti profani.

Dal XX secolo con l’esplosione del Barocco italiano, le opere di Salvi salirono ulteriormente di prestigio. Fra le sue opere più importanti ricordiamo la pala d’altare “La Madonna Del Rosario” della basilica di Santa Sabina all’Aventino (1643) mentre diverse altre sue opere, per lo più disegni, si trovano nella collezione Reale del Castello di Windsor, in Inghilterra.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e
iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio