Gignous Eugenio

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Gignous Eugenio.
Per maggiori informazioni clicca qui

eugenio-gignous-quadroEugenio Gignous, pittore italiano e caposcuola della pittura lombarda, dedicò tutta la sua carriera artistica alla realizzazione di splendidi paesaggi naturali, eseguiti en plen d’air, molto realisti in cui s’intravvedono le tracce di una formazione artistica tipicamente lombarda.

Gignous nacque a Milano, nel 1850, da padre francese, commerciante di stoffe e madre milanese. Fin da giovane manifestò un grande talento per la pittura ragion per cui s’iscrisse all’Accademia di Belle Arti di Brera (1864) contrariamente al volere del padre che avrebbe preferito inserirlo nel mondo del commercio. Successivamente Gignous s’iscrisse alla Scuola di paesaggio, avvenne qui il suo primo contatto con la corrente paesaggista, grazie agli insegnamenti di Luigi Riccardi e successivamente di Gaetano Fasanotti.

La pittura di Gignous fu fortemente influenzata anche dal clima artistico milanese dell’epoca, ovvero la Scapigliatura, con cui prese contatti attraverso i suoi amici Tranquillo Cremona e Daniele Ranzoni.

Nel 1870, sperimentando l’en plein air, Gignous iniziò a ritrarre i paesaggi rurali lombardi e piemontesi ottenendo diversi consensi in varie esposizioni. Furono gli anni in cui emerse il profondo legame del pittore con il naturalismo, passione che lo accomunò al pittore Filippo Carcano con cui si recò a Parigi, nel 1978, e ritrasse il Lago Maggiore l’anno successivo. Fra le vedute predilette dal Gignous ricordiamo i paesaggi di Verbano, Mottarone e Val d’Ossola, i luoghi montani in cui era solito trascorrere le vacanze estive per fuggire dal caldo della città

Fra i suoi viaggi sono giunte notizie di un soggiorno a Ligornetto, presso l’amico Vincenzo Vela,   e diversi a Venezia ed in Liguria. Dal 1887 al 1906, anno della sua scomparsa, risiedette con la famiglia a Stresa ritraendo scorci di lago e stringendo amicizia con Uberto Dell’Orto, Leonardo Bazzaro, Mosè Bianchi e Achille Formis. L’anno successivo (1907) gli fu dedicata una mostra retrospettiva alla Biennale veneziana.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e
iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio