Coleman Enrico

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Coleman Enrico.
Per maggiori informazioni clicca qui

coleman_enrico-dipintoEnrico Coleman non fu soltanto un noto pittore italiano ma anche uno dei maestri del naturalismo della pittura romana (seconda metà dell’ottocento).

La dedizione all’arte di Coleman fu quasi ereditaria, essendo cresciuto con un padre paesaggista ed una madre modella, il padre sicuramente fu il suo mentore durante gli anni della formazione artistica del giovane talento.

Se dapprima probabilmente Coleman realizzava le proprie opere esclusivamente con il padre, dal 1871 iniziò a dedicarsi alla realizzazione di opere d’arte in proprio, acquerelli per lo più. In queste opere s’intravvede un Coleman, la cui pittura è ancora molto legata agli insegnamenti paterni. L’anno della maturazione dell’artista coincise con quello della morte del padre, 1874, lo si denota da uno stile molto più personale.

L’anno dopo entrò a far parte della Società degli Acquarellisti a Roma, segnando definitivamente l’evoluzione del suo stile pittorico, presentò in questi anni diverse opere nell’esposizione degli Amatori e Cultori di Belle Arti e all’Associazione Artistica Internazionale.

Nei primi del novecento Enrico Coleman, ormai un’artista affermato, iniziò ad esporre sempre più frequentemente in varie mostre internazionali ed estere. Nel 1886 partecipò alla mostra organizzata  dall’Associazione In Arte Libertas, nel 1888 all’Esposizione Italiana di Londra, nel 1892 presentò all’Esposizione di Palermo  cinque vedute del Gran Sasso d’Italia.

Una delle più importanti opere di Enrico Coleman risale al 1891, anno in cui realizzò ventinove lunette, raffiguranti i paesaggi molto amati dall’artista, per l’atrio del villino del senatore Francesco Durante costruito nei pressi del Policlinico.

Nel 1904 figurò fra i fondatori del gruppo I XXV della Campagna romana, continuò ad occuparsi delle sue mostre fino alla morte avvenuta a Roma nel 1911, gli fu data sepoltura presso il Cimitero acattolico di Roma al Testaccio.

Fra le opere di Enrico Coleman ricordiamo: Via Appia antica, Desolata campagna romana, Orchidee dei dintorni di Roma e Orchideomania Birmana.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e
iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio