Antonio Joli

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Antonio Joli.
Per maggiori informazioni clicca qui

antonio_joli-quadroNato a Modena nel 1700, Antonio Joli fu, prima ancora che un pittore, un vero e proprio artista a tutto tondo, che rappresentò al meglio una delle correnti artistiche e pittoriche più note nel Settecento italiano, il Vedutismo.

Infatti, nelle sue opere traspare questo interesse e questa grande passione per i paesaggi, sia quelli più naturali – in cui la natura la fa da padrona – sia quelli che riproducono le città e le cittadine di quel tempo: infatti, il periodo artistico nel quale visse l’artista, fu un periodo caratterizzato dall’interesse per i panorami e le “vedute”, e fu proprio questo termine a dare nome, per la prima volta, a questo movimento artistico a Venezia.

Antonio Joli non fu attivo solo in Italia: infatti, degna di interesse fu anche la sua carriera in Inghilterra ed in Spagna, dove l’artista ebbe modo di seguire la sua aspirazione paesaggistica.

La formazione artistica del pittore – che fu anche scenografo e quadraturista, tra i migliori del suo tempo – prese vita con il maestro Raffaello Rinaldi, presso la cui bottega ebbe modo di apprendere i primi rudimenti dell’arte. Successivamente a questo primissimo approccio con arte e pittura, Antonio ebbe modo di lavorare in altri diversi studi e botteghe con altri maestri di un certo calibro: si ricorda la collaborazione con Giovanni Paolo Panini, a Roma, e con lo studio Galli-Bibiena.

Queste esperienze diedero modo al pittore di apprendere anche l’arte della scenografia teatrale, che sviluppò in particolare a Modena e Perugia. Ma non solo: appassionato dalle “vedute” e dai paesaggi, il pittore iniziò a viaggiare, visitando dapprima la città di Venezia (dal 1735 al 1746), e poi la Germania, l’Inghilterra – dove decorò il King’s Theater ad Haymarket – e la Spagna.

Ritornato a Venezia nel 1754, vi fondò l’Accademia di Belle Arti.

Dopo aver deciso di trascorrere gli ultimi anni della sua vita a Napoli dal 1762, Il pittore morì nel 1777.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e
iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio