Pittori: Luca Giordano

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Luca Giordano. Per maggiori informazioni clicca qui.

dipinto lucagiordano

Luca Giordano nasce a Napoli nel 1634. Qui studia presso il circolo di Jusepe de Ribera. Dopo questa prima influenza, si avvicina, in seguito, ai lavori di Paolo Veronese dei cui affreschi apprezza luci e toni leggeri.
Dipinge la sua prima opera nel 1651 per poi dare avvio ad un’ampia e fruttuosa produzione ad olio e in affresco sia per edifici che per chiese. I temi da lui preferiti sono quelli religiosi ma anche quelli mitologici. Simpatico l’aneddoto del suo soprannome “Luca fa presto” attribuitogli per la capacità di esecuzioni sempre veloci oltre che eccellenti.

Recatosi a Roma nel 1652 conosce Pietro di Cortona del quale subisce presto una forte influenza. Questa si può notare, infatti, in modo evidente nell’affresco presente sul soffitto della Sala da Ballo di Palazzo Medici-Riccardi di Firenze, datato tra il 1682 e il 1686.

Luca Giordano non smette mai di aprirsi alle nuove correnti e si interessa molto ai pittori più famosi del tempo. Per questo motivo raggiunge Venezia nel 1667 per osservare e ammirare gli affreschi di Tiziano Vecellio. Questo episodio è importante per ricavarne diversi spunti decorativi.

In Spagna, nel 1692, Giordano realizza presso Carlo II diversi affreschi. Tra questi troviamo quelli dell’Escorial, del Monastero di Nostra Signora di Guadalupe, del Cason di Buen Retiro e della Sagrestia della Cattedrale di Toledo. Non è tutto perché a Madrid, presso il Museo el Prado di suoi quadri ve ne sono conservati ben 50 a conferma della sua instancabile passione.
Dopo circa 10 anni trascorsi in Spagna fa il suo ritorno a Napoli. Qui realizza la sua ultima opera che è considerata anche la più importante: il soffitto della Cappella del Tesoro della Certosa di San Martino.

Purtroppo, molti altri lavori sono andati distrutti durante la guerra. Molti affreschi di Luca Giordano, ad esempio il ciclo di San Benedetto, sono stati distrutti o danneggiati durante Seconda Guerra Mondiale. Luca Giordano muore nella sua città natale nel 1705, lasciando dietro di se una carriera ricca di opere e soddisfazioni.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio