Pittori: Michele Cascella

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Michele Cascella. Per maggiori informazioni clicca qui.

dipinto cascella

Michele Cascella nasce ad Ortona nel 1892 ed è ricordato come un celebre paesaggista. La sua è una grande famiglia composta da 6 fratelli e sorelle, i genitori, i nonni e le zie.
Cascella ha come padre un ceramista e pittore ma anche sarto molto bravo ed è proprio dal laboratorio paterno che inizia il suo percorso. Non molto bravo a scuola, infatti, viene bocciato diverse volte finché il padre decide di prenderlo a lavorare.
Nella bottega del padre, Michele Cascella dimostra grande dimestichezza con gli strumenti e si impegna nella realizzazione di copie di Leonardo e Botticelli. È così che Cascella riesce, con il tempo, ad esporre i suoi primi lavori nel 1907 all’età di appena 15 anni.

Prima espone a Milano, in seguito a Torino per poi arrivare nel 1909 alla Galleria Druet di Parigi. Nelle opere del primo periodo utilizza il pastello che riesce bene a restituire la portata evocativa della stagione simbolista.

Tuttavia, a parte questo dettaglio, Michele Cascella non ricorre ad una corrente particolare ma adopera la logica dell’arte sulla base degli insegnamenti paterni. Con la Grande Guerra, deve, però, e andare alle armi.
Nella borsa, comunque, porta con sé tele e colori che utilizzerà per raffigurare scene di vita militare tratte dalla sua esperienza. Il Museo del Risorgimento di Milano ne ospita diversi.

Tornato a Milano, dopo la guerra, si dedica alla ceramica e a lavori di incisione ma anche alla pittura ad olio in seguito. La sua prima esposizione avviene nel 1924 espone presso la Biennale di Venezia.
Il successo è strepitoso e da quel momento l’invito alla Biennale diventa fisso per Michele Cascella. Nel 1942 presso la Biennale gli viene anche riservata una sala personale.

Diventa un pittore tra i più amati e conosciuti del tempo, collabora con diverse riviste, viaggia molto e vince all’Exposition Universelle, nel 1937, una medaglia d’oro.

Negli anni Cinquanta e Sessanta le sue mostre a Parigi sono ormai fisse presso diverse gallerie: la Galleria Allard, l’Andrè Weil e la Galleria Marseille. Muore a Milano nel 1989.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio