Ricci Sebastiano

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Sebastiano Ricci.
Per maggiori informazioni clicca qui
Sebastiano Ricci dipintoSebastiano Ricci è un pittore di Belluno, città in cui nasce nel 1659. Il suo apprendistato artistico, però, prende avvio a Venezia.

Negli anni in cui vive e lavora, ha una grandissima considerazione. Dal pubblico del tempo è, infatti, visto come un importantissimo personaggio della Pittura Veneta del Settecento.

Tra i suoi maestri rientrano Paolo Veronese dai cui lavori presero ispirazione i suoi e altri pittori del tempo o precedenti come Tiepolo.

Sebastiano Ricci, oltre ad essere celebre come pittore, è famoso per le sue storie d’amore molto travagliate e pericolose. A 22 anni è accusato di omicidio e decide di scappare verso Bologna.

A Bologna, tuttavia, non resta molto ma continua a vagare senza trovare una nuova fissa dimora. Da qui l’inizio di una vita votata al vagabondaggio e al nomadismo anche professionale.

Il suo lavoro, infatti, si svolge in moltissime città italiane tra cui Firenze, Roma, Bologna e altre, anche all’estero, ad esempio, Vienna.

Riesce a fare il suo ritorno a casa solo nel 1696 grazie anche al suo grande successo come pittore ad olio e decoratore. A Venezia, infatti, cominciano a commissionargli moltissimi lavori.

Nel biennio 1711-1712, Sebastiano Ricci va a lavorare nel Regno Unito in compagnia del nipote. Anch’egli molto talentuoso è di grande aiuto per Ricci e, insieme, danno il via ad importanti opere artistiche.

La loro permanenza dura fino al 1716, anno in cui terminano i lavori alla cupola di St Paul’s e dell’Hampton Court Palace. Prima di tornare in Italia, però, si fermano a Parigi. Qui Sebastiano Ricci fa la conoscenza con Jean Antoine Watteau.

Nonostante le sue grandi potenzialità, Sebastiano Ricci risente di una vita comunque poco stabile non solo dal punto di vista delle commissioni che chiaramente, spostandosi lui spesso, non erano facili da trovare ma anche per ciò che concerne la qualità del suo lavoro, non sempre sufficiente.

La sua fama resta ugualmente alta e le opere da lui create in tutta l’Europa da Sebastiano Ricci e nipote sono molto conosciute. Sebastiano Ricci muore nel 1734.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e
iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio