Trevisani Francesco

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Trevisani Francesco.
Per maggiori informazioni clicca qui

trevisani_francesco_telaTrevisani Francesco nasce a Capodrista il 9 aprile nel 1656. Poco si conosce della sua  infanzia e della sua formazione.  Inizialmente fu allievo a Venezia di Antonio Banchi, nei primi anni della sua carriera artistica si recò a Roma dove vi trascorse gran parte della sua vita. Ebbe come mentore Pietro Ottoni, nipote di Alessandro VIII noto come uno dei più importanti mecenati del secolo.

Ebbe modo di entrare in contatto con personalità quali Arcangelo Corelli, Filippo Juvarra e Georg Friedrich Hansel. Fu a Roma che Trevisani affermò la sua carriera di pittore. Noto è il suo affresco nella cappella di S.Chiara a San Silvestro in Capite e i tre dipinti raffiguranti la Passione di Cristo.

Celebri anche le opere presenti nella Basilica di San Pietro come l’ovale con il profeta Baruch per San Giovanni in Laterano, la Morte di S. Giuseppe nella cappella Sacripante a Sant’Ignazio e l’Estasi di S. Francesco nella chiesa della SS. Stimmate di San Francesco.

Nota anche del Trevisani è la pala d’altare che raffigura la Madonna con il Bambino e Sant’Antonio . Lo stile del Trevisano si distinguono per il sentimentalismo languido, per il pathos seicentesco che svela la sua  vicinanza all’Accademia dell’Arcadia. Muore a Roma nel 1746.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e
iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio