Londonio Francesco

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Londonio Francesco.
Per maggiori informazioni clicca qui

londonio_francesco-telaFrancesco Londonio fu un pittore italiano, i cui dipinti famosi furono noti nel Settecento nell’ambiente delle famiglie aristocratiche milanesi. Abile nel ritrarre paesaggi, persone, animali e scene di genere, si dimostrò anche esperto nell’incisione. Fu inoltre uno dei più apprezzati esponenti dell’arte lombarda, della corrente della “pittura della realtà”.

Il pittore Londonio nacque a Milano nel 1723 da una nobile famiglia di origine spagnola, durante gli anni della formazione ebbe modo di frequentare diversi studi d’arte: in particolar modo in Inghilterra dove apprese le tecniche paesaggistiche ed in Italia, a Napoli, a Roma e naturalmente a Milano. Nella sua città d’origine ebbe come mentori F. Porta e Giovanni Battista Sassi, dai quali apprese soprattutto l’eleganza della pittura, il tratto delicato e l’armonia cromatica ma fra i suoi ispiratori citiamo il Grechetto e Rosa da Tivoli che ebbe modo di osservare durante i soggiorni romani e partenopei.

La sua fama crebbe in particolar modo a Milano, presso le famiglie facoltose ed aristocratiche dove divenne noto come ritrattista. Nella ritrattistica Londonio mostrò un certo talento, tuttavia egli preferiva ritrarre gli animali, le scene di genere e nel complesso dipingere paesaggi rurali all’aperto.

Un dipinto famoso, molto particolare, è quello che ritrae un presepio composto di una trentina di figure lignee dipinte. L’opera fu realizzata per la Chiesa di San Marco a Milano (1750).

Fra gli altri dipinti famosi del Londonio ricordiamo alcune acqueforti di soggetto campestre (1759-1782) dodici delle quali furono dedicate  al conte Firmian, governatore del Ducato di Milano.

Una commissione molto importante, Londonio l’ebbe dall’Imperatrice Maria Teresa d’Austria che lo volle come scenografo al teatro della Scala.

Londonio si spense nel 1783 a Milano.

Molte delle sue opere attualmente si trovano nella pinacoteca di Brera, nella Pinacoteca Ambrosiana, nelle Civiche raccolte d’arte antica del Castello Sforzesco e nella Calcografia Nazionale di Roma.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e
iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio