Conca Sebastiano

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Conca Sebastiano.
Per maggiori informazioni clicca qui

conca_sebastiano-dipintoSebastiano Conca, pittore italiano, è noto anche con il soprannome de Il Cavaliere. Nacque a Gaeta nel 1680, in una famiglia di origine spagnola composta da Erasmo Conca e da Caterina De Brio e dieci figli. Durante gli anni in cui apprese l’arte della pittura, il Conca frequentò la scuola napoletana di Francesco Solimena nel 1690, durante un soggiorno a Napoli.

Affiancato dal fratello Giovanni e dall’artista Carlo Maratta, partì per Roma nel 1706 dove lavorò come affrescatore ed artista di altari per lunghi anni. Ebbe modo di conoscere a Roma papa Clemente XI, grazie al cardinale Pietro Ottoboni, e realizzò un affresco raffigurante Geremia nella basilica di San Giovanni in Laterano, per cui il papa lo nominò cavaliere ed il cardinale lo ricompensò con una croce di diamanti.

In materia di esperienze accademiche, il Conca riscosse molto successo: prima fra tutte l’apertura dell’Accademia del Nudo, nel 1710, dove confluirono molti artisti italiani e stranieri ed in secondo luogo la nomina di direttore dell’Accademia di San Luca, nel 1729.

Notevole successo riscosse una commissione, del 1731, per cui l’artista affrescò l’abside della Chiesa della Santissima Annunziata. A questo punto la pittura del Conca aveva già perso l’esuberanza giovanile ma rimaneva pur sempre fine, elegante, sapientemente composta e raffinata tanto da stupire i suoi contemporanei.

Dopo alcune commissioni per la corte sabauda, come gli affreschi all’oratorio di San Filippo ed alla chiesa di Santa Teresa a Torino, il Conca si dedicò a tutt’altro genere, scrisse una guida nel 1739, “Ammonimenti”, sui precetti morali e artistici per i giovani pittori.

Nel 1752 si mise in viaggio per Napoli dove la sua pittura subì notevoli mutamenti, affascinato dal barocco e dalle opere di Luca Giordano, le sue opere assunsero connotazioni di sfarzo e grandiosità.

Sebastiano Conca si spense a Napoli nel 1764.

Fra i dipinti famosi più celebri di Sebastiano Conca ricordiamo: Deposizione, L’adorazione dei pastori, Probatica Piscina, San Giorgio e il Drago, Santa Teresa d’Ávila con la beata Vergine, Il Cristo di Pozzano, Nascita della Vergine, Susanna e i vecchioni, San Giuseppe con bambino, Sacra Famiglia, Madonna del Paradiso, L’ultima comunione di San Benedetto, Madonna della Cintura, Madonna del Cuore, Presentazione di Maria al tempio, Madonna delle Grazie con santi, L’Adorazione dei Magi, Presentazione di Gesù al Tempio, San Pasquale Baylon, Battesimo di Cristo, Giuda Maccabeo,Gloria di Santa Cecilia, Il trasporto dell’arca santa, Miracolo di San Clemente, Santa Chiara in gloria, Madonna del Rosario con San Domenico e Santa Caterina.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e
iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio