Cima da Conegliano

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Cima da Conegliano.
Per maggiori informazioni clicca qui

cima-da-conegliano-quadroGiovanni Battista Cima, non fu solo un illustre pittore italiano ma anche una personalità di spicco nella scuola  artistica veneta del XV secolo, venne soprannominato Cima da Conegliano per via dei suoi natali.

L’artista difatti nacque a Conegliano nel 1459. Dell’infanzia dell’artista non si hanno notizie certe, probabilmente iniziò a lavorare a quattordici anni, figurando così nel registro delle tasse. Si suppone che gli anni della formazione li abbia trascorsi sotto la guida di Giovanni Bellini e sotto l’influenza di artisti come: Antonio Vivarini, Vittore Carpaccio, Giorgione e Marco Palmezzano.

Non si sa nulla di lui fino al 1489, anno in cui si trasferì a Venezia ed aprì una bottega propria, a quest’anno risale anche il primo fra i suoi quadri attribuitogli.

Successivamente soggiornò fra Venezia e l’Emilia (1500-1515) e si spostò negli anni seguenti fra Parma, Bologna e Carpi. Per lo più lavorò su commissione della Chiesa, ricordiamo tra i dipinti famosi la Madonna col Bambino tra i santi Michele Arcangelo e Andrea (1505) e la Sacra Conversazione (1513).

Fra le altre opere di Cima da Conegliano con soggetto sacro si ricordano: la Madonna dell’Arancio (1496) conservata nelle Gallerie dell’Accademia di Venezia, la Madonna col Bambino (1504-1505) oggi conservata alla National Gallery di Londra, la Sacra Conversazione (1495) conservata alla National Gallery of Art di Washington e la Madonna col Bambino tra i santi Michele Arcangelo e Andrea (1505) conservata alla Galleria Nazionale di Parma.

La pittura del Conegliano riscosse un notevole successo grazie al gusto raffinato classico con cui egli realizzava i soggetti sacri, fra la sua produzione difatti figurano numerose pale d’altare e polittici.

A Conegliano l’artista fece ritorno nei periodi estivi, per trascorrervi le vacanze. Vi si recò per l’ultima volta nel 1516 e morì l’anno seguente, presso la sua residenza che fu postuma trasformata nella Casa museo di Giovanni Battista Cima.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e
iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio