Lancerotto Egisto

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Lancerotto Egisto.
Per maggiori informazioni clicca qui

Egisto-Lancerotto-dipintoNato a Noale, il 21 agosto del 1847, Egisto Lancerotto fu un importante pittore italiano, vissuto a cavallo tra la seconda metà dell’Ottocento ed i primi anni del Novecento, periodi dai quali ebbe modo di apprendere le trasformazioni e di fare propri i cambiamenti culturali ed artistici.

Sebbene Noale fosse stato il suo luogo di nascita, a soli sei anni l’artista si trasferì insieme alla famiglia a Venezia: qui, infatti, il padre Giuseppe poté proseguire i suoi impegni di lavoro, essendo un esponente dell’impero Asburgico del distretto Noale che, proprio in quell’anno (nel 1853) fu soppresso a causa di alcune situazioni politiche.

Tuttavia, nonostante questo trasferimento quasi prematuro, l’artista ebbe modo di vivere positivamente questa vicenda grazie all’ambiente artistico e culturale che si andava delineando in quegli anni a Venezia: e proprio qui ebbe modo non solo di frequentare una importante Accademia di Belle Arti, ma anche di conoscere e di apprendere tutto il possibile da molti maestri di quell’epoca, come Napoleone Nani, Pompeo Marino Molmenti, e Michelangelo Grigoletti, che furono molto importanti dal punto di vista formativo della carriera del Lancerotto.

Ricordiamo a questo proposito alcuni dipinti antichi importanti e degni di nota appartenuti proprio a quegli anni, come due nudi maschili e il dipinto dal titolo L’Assedio di Firenze.

Fu tuttavia il movimento verista e della pittura di genere a coinvolgere maggiormente il Lancerotto. Felicità materna, Caccia al Selvatico, Scuola di Pittura, sono esempi di questo genere che gli procurò la possibilità di partecipare a diverse esposizioni in giro per l’Italia e nelle più grandi città italiane come Milano e Torino.

Pur essendo particolarmente appassionato di scene di vita quotidiana che cercava di riprendere nei suoi dipinti, egli si dedicò anche ai ritratti, in particolare di alcuni membri della sua famiglia con cui rimase in buoni rapporti anche dopo il suo successo.

Il pittore si spense a Venezia, il 31 maggio del 1916.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e
iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio