Del Sarto Andrea

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Del Sarto Andrea.
Per maggiori informazioni clicca qui
Del-Sarto-Andrea-quadroAndrea Del Sarto, chiamato così per il mestiere del padre, nacque a Gualfonda, in provincia di Firenze, nel 1486. Ricevette una formazione presso un orafo ed in quella circostanza venne notato da un pittore per la sua abilità nel disegnare. Questi gli insegnò a dipingere per poi mandarlo nella bottega di Piero di Cosimo, dove venne influenzato dai grandi maestri del Rinascimento e dove conobbe Franciabigio, con il quale fondò una sorta di bottega artigianale nel 1506.

I primi dipinti antichi risalgono al 1508, e si ispirano appunto agli artisti a lui più familiari (Madonna, Icaro, Pietà e Santi).

Realizzò poi opere che raffiguravano la vita di Filippo Benizzi, l’adorazione dei Magi e la nascita di Maria nell’atrio e nel chiostro della chiesa di Sant’Annunziata a Firenze.

Nel 1509 iniziò gli affreschi monocromi per i frati del Chiostro dello Scalzo di Firenze, lavoro che occupò gran parte della sua vita. Nel 1511 realizzò il dipinto raffigurante il Battesimo di Cristo, dai toni grigio su grigio. La monocromia faceva sembrare il quadro un bassorilievo, richiamando quindi un po’ il Michelangelo, addolcito però dal morbido sfumato alla Leonardo. Anche la Madonna delle Arpie aveva queste caratteristiche.

Dal 1515 al 1516 continuò il ciclo della vita di San Giovanni Battista.

Nel 1523 fece probabilmente un viaggio a Venezia, cosa che giustificherebbe il paesaggio della Deposizione.

Nel corso degli anni venti la sua pittura accentuò l’intensità devozionale dei soggetti e sviluppò importanti ricerche sul colore, che ebbero il culmine nel capolavoro del Cenacolo di San Salvi. Tutti rimasero stupefatti dalla bellezza di questo dipinto, ed ancora oggi è possibile ammirarlo in eccellente conservazione.

Numerosissimi inoltre sono i dipinti antichi che si conservano a Firenze e fuori. Ricordiamo l’Annunziazione, la Disputa della Trinità, le due grandi Assunzioni, il S. Giovannino.

Morì a Firenze nel 1531.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e
iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio