Da Empoli Jacopo

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Da Empoli Jacopo.
Per maggiori informazioni clicca qui

da-empoli-jacopo-operaJacopo Da Empoli, conosciuto anche come Jacopo Chimenti, dal cognome del padre, nacque a Firenze nel 1551.

Il suo primo e, a quanto pare, unico maestro fu Maso de San Friano, un esponente del manierismo di cui frequentò la bottega da ragazzo, ma che morì quando lui era ancora giovane. Le sue opere, infatti, non mostrano l’influenza del maestro, se non più quella della pittura dei primi grandi del Cinquecento: fra’ Bartolomeo, Andrea del Sarto, Santi di Tito.

Da Empoli, infatti, era diretto ad un’arte popolare e devota, sia classicheggiante che attenta al vero.

Pur non essendo discepolo diretto di Santi, ne seguiva i consigli e copiava dal naturale e dai maestri del passato. Per commissione del cardinale Carlo de’ Medici, da fra’ Bartolomeo copiò i dipinti antichi della Risurrezione di Cristo e Profeti in un modo così preciso che alcuni pittori non si accorsero della differenza dagli originali.

Intorno al 1580, i frati della Certosa gli commissionarono diversi quadri dei quali però ci è rimasto solamente  l’affresco con il Discorso della montagna. L’anno dopo realizzò la grande tavola con la Concezione nella chiesa fiorentina di S. Remigio, dove apparve evidente la suggestione della pittura veneta che in quegli anni era in voga a Firenze.

Ma i dipinti antichi più famosi del pittore possono essere ricondotti ai primi due decenni del Seicento, in particolare parliamo di SEligio degli orefici (1614) degli Uffizi e del SIvo protettore delle vedove e degli orfani (1616) a Pitti. Nelle opere di questo periodo,  Da Empoli dipinge i soggetti in atteggiamenti di quotidiana semplicità, a volte anche realistici.

Un dipinto di Jacopo da Empoli si trova nel Santuario della Madonna dei Tre Fiumi nel Mugello, vicino a Ronta.

Jacopo Da Empoli Morì a Firenze nel 1640 e fu sepolto nella chiesa di S. Lorenzo.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e
iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio